Smart Working non è solo sinonimo di telelavoro.  Lo comprende, ma in un’accezione più ampia, che mutua soprattutto una trasformazione culturale dei processi aziendali, come evidenziato lo scorso 12 ottobre  dall’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano (Smart) Work in Progress!

Smart Working. Fasi, cicli e obiettivi

Il “lavoro agile”  è secondo quanto stabilito dal Disegno di legge A.S. n. 2233, attualmente al vaglio del Senato, una modalità operativa più che una tipologia contrattuale:

Modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato stabilita mediante accordo tra le parti, anche con forme di organizzazione per fasi, cicli e obiettivi e senza precisi vincoli di orario o di luogo di lavoro, con il possibile utilizzo di strumenti tecnologici per lo svolgimento dell’attività lavorativa. La prestazione lavorativa viene eseguita in parte all’interno di locali aziendali e, senza una postazione fissa, in parte all’esterno.

Dal testo emerge la possibilità di strutturare le attività non esclusivamente in base ad un orario fisso esaurito in azienda con l’ausilio di una postazione predefinita, ma sulla base di obiettivi comuni, concordati fra le parti. Un elemento questo su cui concorda anche l’Osservatorio dell’ateneo milanese, che ha focalizzato l’attenzione sulla necessità di riprogettare gli spazi (desk sharing ad esempio) e abbattere le barriere del presenzialismo ad oltranza.

SMART WORKING

Change Management & Smart Organization

Per vincere le sfide della competizione globale è necessario  un cambiamento che deve partire dai vertici dell’organizzazione aziendale.  Il processo di Change Management verte su team certificati e una direzione informata, collaborativa e promotrice di un processo di innovazione digitale pervasivo nei confronti dei dipendenti.  Secondo quanto rilevato dall’Osservatorio, una Smart Organization si basa su tre capisaldi: allineamento strategico, stile di leadership e comportamenti. Un veloce sondaggio condotto in sala il 12 ottobre presso l’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri ha evidenziato che oltre il 60% delle persone identifica lo Smart Working come un mutamento della cultura aziendale, mentre il 30%  lo associa ad un diverso approccio manageriale.

Smart Working, un processo che necessita di formazione permanente

Il cambiamento deve portare con sé  inevitabilmente un’alfabetizzazione digitale, tesa a ridurre il Digital Divide e generare una formazione permanente trasversale a tutte le unità organizzative. La vera sfida della Digital Innovation  si giocherà infatti sul terreno della riqualificazione del personale, che si trova già ad affrontare una realtà in continuo divenire con differenti livelli di readiness.  

Workplace technology & Work-life balance

La tecnologia utilizzata per l’attuazione di task individuali o team based  non è già più riconducibile alle sole dotazioni esistenti in ufficio: i dipendenti utilizzano in concomitanza anche i propri device poiché lo spazio di lavoro è ormai privo di coordinate geografiche inamovibili.

Nei prossimi anni, quando il Disegno di legge si concretizzerà definitivamente, sarà sufficiente disporre di una connessione alla Rete, in un luogo qualsiasi, per interagire continuativamente con colleghi e superiori. Spazio e tempo non dovranno costituire tuttavia una variabile impazzita: il Disegno di legge prevede il Diritto alla disconnessione, già attuato da alcune grandi aziende straniere nei confronti dei propri collaboratori a partire dalle ore serali.

Uno degli effetti non secondari derivati dal lavoro agile implicherà infine un miglioramento in termini di rapporto fra ambizioni professionali e qualità della vita, non più vincolati da  orari e infrastrutture aziendali rigide. Smartphone, tablet e live chat diverranno le costanti della collaborazione agile, commisurata alle richieste del mercato e alle sue tempistiche, annullando distanze e disagi causati da procedure obsolete.

L'8 novembre partecipa all'evento in Google Italia

Scoprirai come la tecnologia di Google Cloud può essere l’alleata vincente nel percorso di digitalizzazione della tua azienda.

Registrati qui