E’ passato quasi un anno dall’iniziativa “Lavoro Agile” lanciata dal Comune di Milano con l’obiettivo di promuovere un’organizzazione del lavoro flessibile e dinamica, in grado di adeguarsi ai cambiamenti del mercato e alle nuove esigenze di vita.[…] Oggi il cammino verso l’innovazione e la semplificazione che le amministrazioni comunali hanno ormai da tempo avviato può contare su un alleato in più: in linea con la riforma prevista dal Governo per gli enti pubblici in riferimento ai temi Open Data, semplificazione e digitalizzazione dei servizi, da oggi è disponibile “trustApp”, un’applicazione per la dematerializzazione legale dei documenti con servizi di firma digitale e archiviazione sostitutiva, direttamente integrati nella piattaforma Google Drive. In piena logica glocal, InfoCert – una delle maggiori Certification Authority a livello europeo – e Noovle – Premium Partner di Google – hanno di recente annunciato una partnership che declina la dimensione globale della tecnologia Google sul piano della normativa italiana, all’insegna di un’unica parola chiave: usabilità.

[…] Emanuele Cerroni, Business Executive in Noovle, ha spiegato: “La facilità e la rapidità della collaborazione sono le caratteristiche che rendono le Google Apps una tecnologia all’avanguardia, nelle finalità e nelle modalità di gestione dei documenti, con funziona- INFO I risultati dell’iniziativa Lavoro Agile si possono consultare qui: http://www.greatplacetowork. it/storage/documents/ptomi_reportesiti% 20giornata%20lavoro%20agile.pdf lità di modifica in tempo reale e controlli di condivisione. In particolare, per il settore della pubblica amministrazione saper cogliere le sfide del cloud – anytime, anywhere, anydevice – significa poter agevolmente perseguire l’obiettivo di una completa digitalizzazione e dematerializzazione dei flussi informativi e documentali (sia interni che esterni), poter implementare servizi evoluti e diffondere strumenti per la cooperazione applicativa, come condizione minima di interoperabilità tra differenti soggetti coinvolti nella gestione di processi amministrativi, favorire la circolarità dell’informazione pubblica e garantirne la più ampia accessibilità.[…]”

Leggi l’articolo integrale

(estratto da “Speciale Innovazione” di Strategie Amministrative  – Dicembre 2014/Gennaio 2015. Articolo di Barbara Ferraris di Celle)