CODICE ETICO

  1. PREMESSA E MISSION.

Noovle S.r.l. (d’ora in avanti “Noovle” o società) è una società nata nel giugno 2013 che eroga consulenza informatica su tecnologie dell’informazione e della comunicazione (Information and Communications Technology – ICT) e cloud computing grazie ad una rete di consulenti, project manager, tecnici e sviluppatori che copre l’intero territorio nazionale, con estensioni a livello internazionale.

Noovle supporta i propri Clienti in ogni fase, dalla ricerca, allo sviluppo di modelli di architettura IT, al Change Management, allo sviluppo di prodotti e soluzioni adeguate alla singola realtà aziendale. Ciò nella convinzione che facendo convergere verso l’utente le forze digitali (Social, Mobile, Cloud, Big Data) si realizzi un innovativo orizzonte di business.

Noovle si adopera costantemente per il miglioramento dell’efficienza della propria organizzazione aziendale e dei processi che contribuiscono alla continuità ed alla qualità dei servizi erogati.

  1. IL CODICE ETICO AZIENDALE.

Con l’approvazione del presente Codice Etico, Noovle ha inteso formalizzare gli impegni e le responsabilità etiche già assunti nell’ambito delle proprie attività aziendali nei confronti dei diversi portatori d’interesse (dipendenti, clienti, fornitori, Pubblica Amministrazione, ecc.).

Il Codice rappresenta quindi uno strumento volto a prevenire condotte illecite, o comunque non eticamente corrette, da parte di coloro che operano in nome e per conto della Società.

La condotta di tutti i soggetti che si trovano ad operare con Noovle deve essere conformata ai principi di legalità, legittimità, lealtà, correttezza, trasparenza, integrità professionale e rispetto delle regole aziendali della società.

  1. AMBITO DI APPLICAZIONE.

Le disposizioni del presente Codice sono vincolanti per tutti coloro che operano in nome e per conto di Noovle, siano essi amministratori, dipendenti o collaboratori. La società richiede il rispetto del Codice etico altresì ai propri partners, consulenti, vendors, fornitori e clienti, nonché comunque a chiunque intrattenga con essa rapporti professionali; più esattamente, la conoscenza del Codice e l’impegno al rispetto delle previsioni in esso contenute vengono richiesti quale condizione necessaria per l’avvio o il proseguimento dei rapporti con la società.

  1. PRINCIPI DI COMPORTAMENTO.

4.1. Rispetto delle leggi e dei regolamenti vigenti.

Noovle ha come principio imprescindibile il rispetto delle leggi e dei regolamenti vigenti in tutti i Paesi in cui opera. La società rifiuta qualsiasi comportamento, anche se posto in essere in suo favore, che sia contrario alla legge, ai regolamenti vigenti e/o alle previsioni del presente Codice.

Amministratori e dipendenti della società devono impegnarsi, i primi fin dal momento della nomina ed i secondi fin dal momento dell’assunzione –  anche in prova – , al rispetto delle leggi e dei regolamenti vigenti nei Paesi in cui Noovle opera.

In particolare, amministratori e dipendenti devono essere a conoscenza delle leggi e dei comportamenti conseguenti da tenere e la società è tenuta ad informarli in caso di incertezze sul tema.

Il medesimo impegno al rispetto di leggi e regolamenti vigenti è richiesto anche a partners, consulenti, vendors, fornitori e clienti della società, nonché a chiunque abbia rapporti con essa. Noovle non inizierà né proseguirà alcun rapporto con chi non intenda allinearsi a tale fondamentale principio di comportamento.

Particolare attenzione dovrà essere prestata al rispetto delle normative che regolano il trattamento, la protezione e la sicurezza dei dati personali e dei sistemi informatici.

Noovle assicura un adeguato programma di informazione, formazione e sensibilizzazione continua dei propri dipendenti sulle problematiche del Codice etico ed in particolare sui rischi derivanti dall’utilizzo improprio delle risorse informatiche aziendali, avvalendosi di soggetti  in possesso di conoscenze tecniche specialistiche (funzioni aziendali interne e/o consulenti esterni). Lo svolgimento degli incontri formativi è reso noto dalla Società anche ai propri partners, consulenti, vendors, fornitori e clienti che intendano partecipare.

4.2. Rapporti con la Pubblica Amministrazione e con i dipendenti pubblici.

I rapporti con le Autorità e con la Pubblica Amministrazione di coloro che operano per Noovle devono essere improntati alla massima correttezza, trasparenza e collaborazione, nel pieno rispetto delle leggi.

Sono assolutamente vietati ogni atto e forma di corruzione, per essi intendendosi i pagamenti illeciti e/o le elargizioni di utilità fatti sia direttamente dalla società e/o dai suoi dipendenti che tramite persone che agiscono per conto della società.

Non è consentito offrire o promettere denaro né doni a dirigenti, funzionari e/o dipendenti della Pubblica Amministrazione sia italiana che di altri Paesi, né ai loro parenti o affini, salvo che si tratti di doni o di utilità d’uso di modico valore (fino ad un massimo di €150,00). Va precisato che alcuni codici di autoregolamentazione degli enti pubblici vietano al personale di ricevere omaggi o accettare regalie superiori ad un certo valore. Noovle esamina quindi i documenti adottati dagli enti pubblici con cui entra in contatto, al fine di sensibilizzare i propri dipendenti al rispetto delle regole di cui l’ente si è dotato.

Si proibisce di offrire o accettare qualsiasi oggetto, servizio o prestazione di valore al fine di ottenere un trattamento più favorevole in relazione a qualsiasi rapporto intervenuto con la Pubblica Amministrazione.

Quando è in corso una trattativa, richiesta o rapporto, eventualmente anche commerciale, con la Pubblica Amministrazione, la società e il personale incaricato non devono, neppure indirettamente:

  • cercare di influenzare impropriamente le decisioni di controparte, comprese quelle dei funzionari che trattano o prendono decisioni per la Pubblica Amministrazione;
  • esaminare o proporre opportunità di impiego e/o commerciali che possano avvantaggiare i dipendenti della Pubblica Amministrazione a titolo personale;
  • offrire o fornire, in alcun modo, omaggi, neanche ad esempio sotto forma di promozioni aziendali riservate ai soli dipendenti o attraverso il pagamento di spese viaggi;
  • sollecitare o ottenere informazioni riservate che possano compromettere l’integrità o la reputazione di entrambe le parti.

Noovle ha stabilito di non assumere alle proprie dipendenze gli ex impiegati della Pubblica Amministrazione che abbiano partecipato personalmente e attivamente alle trattative o ai rapporti commerciali con la società, né loro parenti.

Nello specifico caso in cui partecipi ad una gara o a qualsivoglia selezione indetta dalla Pubblica Amministrazione, Noovle ed i suoi amministratori e dipendenti dovranno operare nel rigoroso rispetto della legge e della corretta pratica commerciale.

È inoltre severamente vietata ogni forma di richiesta estorsiva.

4.3. Rapporti con i Partners.

Noovle si avvale di numerosi Partners di impresa perfettamente allineati con la società e con i dipendenti interni, con cui intrattengono un rapporto di reciproca lealtà, fiducia, trasparenza e collaborazione.

I rapporti con i Partners sono regolati in appositi contratti, che devono menzionare espressamente il presente Codice etico e prevedere l’impegno alla relativa osservanza.

Ad ogni Partner che, al momento dell’entrata in vigore del presente Codice etico, già intrattiene rapporti con Noovle è richiesta la stipula di un’appendice contrattuale al contratto stipulato in cui venga dato atto dell’adozione del Codice e si preveda espressamente l’impegno del Partner alla relativa osservanza.

Sia alla società che ai Partners che ai rispettivi dipendenti è vietato cercare di appropriarsi dei benefici di tale collaborazione.

Nel caso in cui il Partner adotti comportamenti non in linea con i principi generali del Codice Etico, la società provvederà ad adottare gli opportuni provvedimenti, sollecitando il Partner all’adempimento degli obblighi di rispetto del presente Codice ed eventualmente adottando opportuni provvedimenti, fino ad interrompere la collaborazione con il Partner medesimo, come previsto ai punti che seguono.

4.4. Rapporti con i vendors e con i fornitori.

I rapporti della società con i vendors e con i fornitori sono improntati alla massima lealtà e collaborazione e mirano a garantire elevati standard di qualità e sicurezza.

I rapporti con tali soggetti sono regolati in appositi contratti, che devono menzionare espressamente il presente Codice etico e prevedere l’impegno alla relativa osservanza. Qualora non fosse possibile inserire all’interno dei contratti con i vendor esplicito riferimento al presente Codice Etico, o aggiungere degli allegati specifici ai contratti, si opterà per l’invio di una comunicazione al vendor per ricevere conferma che sia stato preso atto del presente Codice Etico.

4.5. Rapporti con i Clienti.

Noovle mira ad interpretare e soddisfare le esigenze dei Clienti mantenendo elevati standard qualitativi e di sicurezza, nonché rispettando i principi del corretto esercizio dell’attività svolta.

Noovle inizia a svolgere la propria attività solo al momento della ricezione del necessario ordine di acquisto debitamente autorizzato.

È vietato appaltare o subappaltare a terzi la fornitura dei prodotti o lo svolgimento dei servizi richiesti dal Cliente, salvo autorizzazione scritta di quest’ultimo. Il coinvolgimento di soggetti ulteriori (dipendenti, consulenti, fornitori, distributori, ecc.) rispetto a quelli originariamente individuati insieme al Cliente è ammesso solo previa adeguata valutazione e a condizione che detti soggetti rispettino il presente Codice. Resta inteso che, per i Clienti già acquisiti alla data di entrata in vigore del presente Codice Etico, restano validi – per quanto concerne l’appalto, il subappalto e coinvolgimento di soggetti ulteriori – gli accordi già in essere.

4.6. Rapporti con i concorrenti.

Noovle crede fermamente nel valore della concorrenza leale, che offre uno stimolo al continuo miglioramento aziendale. La società, i propri amministratori e dipendenti e tutti coloro operano in nome di Noovle devono quindi astenersi da comportamenti di concorrenza sleale e/o collusivi e/o di abuso della propria posizione e devono osservare rigorosamente il diritto della concorrenza e la normativa antitrust.

In particolare non è ammesso che Noovle discuta con i propri concorrenti i prezzi dei propri servizi, la spartizione di potenziale clientela e di territori di business e/o misure di restrizione della concorrenza.

4.7. Rapporti con il personale.

La selezione del personale da assumere è effettuata verificando la rispondenza dei profili dei candidati alle esigenze aziendali, nel pieno rispetto delle pari opportunità per tutti i soggetti interessati e senza alcuna forma di discriminazione. È esclusa qualsiasi indagine sulle idee, le preferenze, i gusti personali e, in generale, la vita privata dei dipendenti o aspiranti tali.

Il personale viene assunto con regolare contratto di lavoro e non è tollerata alcuna forma di lavoro irregolare.

Alla costituzione del rapporto di lavoro ogni dipendente riceve accurate informazioni relative:

– alle caratteristiche della funzione e delle mansioni da svolgere;

– agli elementi normativi e retributivi, come regolati dal contratto collettivo nazionale di lavoro di riferimento;

– alle norme e alle procedure cui attenersi nello svolgimento della propria attività lavorativa;

– al regolamento disciplinare, di cui viene fornita copia;

– al presente Codice etico, di cui viene fornita copia.

Noovle si impegna a dare adeguata pubblicità al Codice etico adottato, notiziando a mezzo del proprio sistema Intranet i dipendenti già assunti e fornendone loro copia. A tutti i lavoratori già assunti al momento dell’entrata in vigore del Codice etico, Noovle impartisce una direttiva con cui richiede il rispetto delle previsioni del Codice medesimo.

I responsabili utilizzano e valorizzano pienamente tutte le professionalità presenti nella struttura mediante l’attivazione degli strumenti disponibili per favorire lo sviluppo e la crescita dei propri collaboratori.

I percorsi di formazione sono assegnati sulla base di specifiche esigenze di lavoro e di sviluppo professionale in ambito aziendale.

Noovle si impegna a tutelare l’integrità morale dei propri dipendenti, garantendo il diritto a condizioni di lavoro rispettose della dignità della persona e delle libertà sindacali.

La società salvaguarda i lavoratori da atti di violenza psicologica, e contrasta qualsiasi atteggiamento o comportamento discriminatorio o lesivo della persona, delle sue convinzioni e delle sue preferenze (es. ingiurie, minacce, isolamento o eccessiva invadenza). Non sono ammessi atteggiamenti prepotenti, violenti o intimidatori, né il mobbing).

Non sono in alcun modo tollerate molestie sessuali di qualsiasi genere e devono essere evitati comportamenti che possano turbare la sensibilità della persona (per esempio, l’esposizione di immagini con espliciti riferimenti sessuali, allusioni insistenti e continuate).

Il dipendente che ritenga di essere stato oggetto di molestie o di essere stato discriminato per motivi legati all’età, al sesso, alla sessualità, alla razza, allo stato di salute, alla nazionalità, alle opinioni politiche e alle credenze religiose, ecc., può segnalare l’accaduto all’Ufficio HR che valuterà l’effettiva violazione del Codice Etico Aziendale.

4.8. Protezione della salute e della sicurezza dei lavoratori.

Noovle rispetta rigorosamente la normativa in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

In particolare la società assume le proprie decisioni aziendali tenendo conto dei principi fissati dall’art. 15 del D. Lgs. 81/2008, che impongono di:

  • eliminare i rischi e, ove ciò non sia possibile, ridurli al minimo in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnologico;
  • valutare tutti i rischi che non possono essere eliminati;
  • ridurre i rischi alla fonte;
  • rispettare i principi ergonomici e di salubrità nei luoghi di lavoro, nell’organizzazione del lavoro, nella concezione dei posti di lavoro e nella scelta delle attrezzature di lavoro, nella definizione dei metodi di lavoro e di produzione, in particolare al fine di ridurre gli effetti sulla salute del lavoro monotono e di quello ripetitivo;
  • sostituire ciò che è pericoloso con ciò che non è pericoloso o che è meno pericoloso;
  • programmare le misure ritenute opportune per garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza, anche attraverso l’adozione di codici di condotta e buone prassi;
  • dare la priorità alle misure di protezione collettiva rispetto alle misure di protezione individuale;
  • impartire adeguate istruzioni ai lavoratori.

Noovle cura l’attività di prevenzione dei rischi professionali incaricando un Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP), cui è rimessa anche l’elaborazione di programmi di informazione e formazione dei lavoratori, nonché comunque l’adeguata informazione dei lavoratori.

4.9. Riservatezza e protezione dei dati personali e delle informazioni.

Per la specificità del settore in cui opera Noovle e dell’attività svolta, i dati e le informazioni sono parte integrante del patrimonio aziendale.

I dipendenti Noovle hanno accesso ad informazioni (es. dati finanziari, programmi industriali, marketing plans, disegni, informazioni tecniche, informazioni sui dipendenti e sui clienti, informazioni sui processi produttivi, ecc.) di proprietà della Società e di terzi.

Noovle raccoglie e tratta i dati personali, sensibili e non, dei propri dipendenti e collaboratori, nonché delle persone fisiche e/o giuridiche con le quali intrattiene relazioni o rapporti. Tale trattamento viene effettuato con il consenso degli interessati ed avviene con le modalità ed i limiti previsti del D. Lgs. 196/2003.

Ai dipendenti è vietato l’accesso, l’uso o la divulgazione di tali informazioni senza la dovuta autorizzazione e senza previo consenso dell’interessato. In particolare è fatto espresso divieto di divulgare informazioni confidenziali, salvo a soggetti autorizzati dalla società a riceverle o a soggetti ai quali i dipendenti debbono trasmettere le informazioni secondo quanto previsto dalle proprie mansioni.

Ai dipendenti è vietato accedere, duplicare, riprodurre e fare uso, direttamente o indirettamente, di informazioni di proprietà aziendale al di fuori del contesto dei compiti assegnati loro e delle proprie mansioni. Nessuna informazione riservata, acquisita o elaborata nello svolgimento dell’attività della società, può essere utilizzata, comunicata a terzi o diffusa per fini diversi da quelli istituzionali. Sono vietate la falsificazione, la distorsione e la distruzione di informazioni, dati e documenti.

È vietato immagazzinare informazioni della società e dei suoi partners, vendors, fornitori e clienti su computer privati o su altri supporti non forniti dalla società.

Viene altresì richiesto il rigoroso rispetto degli obblighi di riservatezza, di tutela dei segreti industriali e di protezione delle informazioni price sensitive. A tutti coloro che sono venuti in possesso di informazioni privilegiate sono vietati l’insider trading, l’abuso di informazioni privilegiate, la manipolazione del mercato e l’aggiotaggio. 

Noovle osserva la normativa di settore a tutela della privacy e dell’integrità e sicurezza delle informazioni, recependo anche le indicazioni del Garante per la protezione dei dati personali ed in particolare quelle contenute nei seguenti documenti:

– “Linee guida in materia di trattamento di dati personali per profilazione on line” del 19.3.2015;

– “Linee guida in materia di trattamento di dati personali, contenuti anche in atti e documenti amministrativi, effettuato per finalità di pubblicità e trasparenza sul web da soggetti pubblici e da altri enti obbligati” del 15.5.2014;

– “Linee guida in materia di attuazione della disciplina sulla comunicazione delle violazioni di dati personali (c.d. data breach)” del 4.4.2013;

Linee guida del Garante per la posta elettronica e internet” del 1.3.2007.

Il dipendente che venga a conoscenza di un uso o trattamento illecito di informazioni riservate è tenuto a segnalare tempestivamente la circostanza all’Ufficio HR e a collaborare pienamente con la società per proteggere le informazioni.

Qualora Noovle venga a conoscenza di una violazione, attuale o potenziale, delle norme a protezione della privacy e della riservatezza, che coinvolga un soggetto che intrattiene un rapporto con la società (sia esso un dipendente, un collaboratore, un partner, un consulente, un vendor, un fornitore o un cliente), essa procederà a darne immediata comunicazione all’interessato.

4.10. Rispetto della proprietà intellettuale.

Noovle osserva la normativa in tema di proprietà intellettuale, riconoscendo all’autore i diritti (c.d. Intellectual Property Rights – IPR) di carattere personale e patrimoniale.

La società si impegna a non utilizzare e a non diffondere software privi di licenza.

4.11. Conflitto di interessi.

Devono essere accuratamente evitati conflitti di interesse, anche potenziali, ovverosia lo svolgimento di attività che siano o appaiano essere in contrasto con gli interessi aziendali della società.

Ai dipendenti è vietato svolgere o impegnarsi a svolgere attività in competizione con gli interessi economici di Noovle, anche in favore di eventuali fornitori. Non è tollerato che il dipendente utilizzi i contatti della società per commercializzare beni e servizi propri o di terzi, neanche laddove essi non siano in competizione con i beni ed i servizi Noovle.  

4.12. Tutela dei beni aziendali.

Tutti i dipendenti sono tenuti a rispettare le norme interne vigenti che disciplinano le modalità di comportamento ed il corretto utilizzo degli strumenti informatici che l’azienda mette a disposizione dei dipendenti.

In particolare i sistemi di comunicazione aziendali, compresi i collegamenti ad internet, vanno utilizzati soltanto per svolgere le attività professionali o per altri fini strumentali che siano autorizzati dalla società. Deve essere evitato accuratamente un uso improprio dei sistemi di comunicazione aziendale.

Il dipendente deve aver cura di seguire sempre le istruzioni sull’uso delle password e dei codici a lui assegnati, conservando nella massima segretezza le informazioni legate al processo di autenticazione.

I beni, anche intellettuali, della società devono essere trattati con la dovuta cura.

Al termine del rapporto lavorativo il dipendente è tenuto a restituire tutti i beni di proprietà della Società, comprese documentazioni e supporti contenenti informazioni. L’ex dipendente rimane comunque soggetto alle restrizioni sull’uso e sulla divulgazione delle informazioni di proprietà della Società e delle informazioni di proprietà di terzi che abbia acquisito nel corso della propria attività professionale.

4.13. Principi concernenti la gestione aziendale: amministrazione e bilancio.

Noovle ritiene fondamentale la trasparenza, accuratezza e completezza delle informazioni contabili e del proprio bilancio. La società si impegna quindi a rispettare i principi sanciti dal Codice Civile e dalla normativa di settore e ad attenersi ai principi contabili.

Le rilevazioni contabili ed i relativi documenti si basano su informazioni precise, esaurienti e verificabili, che danno conto della natura dell’operazione cui fanno riferimento e che vengono archiviate per l’eventuale assoggettamento a verifica.

Nella predisposizione dei bilanci di esercizio devono essere osservati criteri prudenziali, supportati dalle conoscenze delle tecniche contabili del settore e la diligenza richiesta agli esperti del settore.

4.14. Tutela dell’ambiente.

Noovle rispetta la legislazione in materia ambientale ed attua misure preventive per evitare o quantomeno minimizzare l’impatto ambientale e richiede il rispetto delle medesime norme e l’attuazione delle stesse misure a tutti coloro che intrattengono rapporti con la società. 

  1. SEGNALAZIONE DELLE VIOLAZIONI.

Qualsiasi violazione dei principi di comportamento elencati ai punti che precedono, sia essa effettiva o anche solo potenziale, commessa da soggetti interni alla società o da terzi che operano per suo conto, deve essere tempestivamente segnalata all’Ufficio HR con trasparenza e in buona fede, in un’ottica massimamente collaborativa.

La segnalazione delle violazioni, oltre a consentire l’avvio dei procedimenti disciplinari e l’eventuale adozione di sanzioni a carico dei trasgressori, rende possibile alla società il continuo miglioramento della propria organizzazione in chiave etica e la risoluzione dei problemi.

Per tale ragione Noovle incoraggia la segnalazione di ogni sospetta violazione del presente Codice, trattando le informazioni con la massima riservatezza e professionalità e, ove possibile, garantendo l’anonimato. Noovle protegge coloro che abbiano denunciato violazioni del presente codice da eventuali ritorsioni. Sarà cura della società verificare con adeguata e approfondita istruttoria l’effettiva commissione della violazione denunciata.

  1. SISTEMA SANZIONATORIO.

6.1. I Principi del sistema disciplinare.

Al fine di garantire un effettivo ed efficace rispetto dei principi dettati dal presente Codice etico, Noovle ha istituito un sistema disciplinare che sanziona il mancato rispetto delle misure indicate nel Codice etico, prevedendo sanzioni sia nei confronti dei soggetti in posizione apicale che verso i dipendenti sottoposti all’altrui direzione.

Il sistema disciplinare prevede una pluralità di sanzioni graduate in ragione della gravità delle violazioni accertate, nel rispetto del principio di proporzione e del principio del contraddittorio, che impone la tempestiva e specifica contestazione dell’addebito, nonché l’assegnazione di un termine entro il quale fare pervenire giustificazioni e osservazioni.

In particolare nel caso in cui le misure disciplinari vengano adottate a prescindere dagli esiti del giudizio penale eventualmente instaurato, è richiesto un rigoroso accertamento dei fatti.

Il procedimento disciplinare è curato dal Hr Manager, che predispone le contestazioni disciplinari e che adotta i provvedimenti disciplinari per la violazione del Codice etico nel rispetto della normativa di settore e tenuto conto delle previsioni del CCNL del settore Commercio e Terziario vigente.

6.2. Il sistema disciplinare rispetto ai dipendenti.

Le possibili violazioni e le sanzioni disciplinari conseguentemente irrogabili sono dettagliate nel regolamento disciplinare, cui viene garantita adeguata pubblicità mediante consegna al dipendente al momento dell’assunzione e comunque attraverso la pubblicazione – del regolamento medesimo e di ogni eventuale modifica allo stesso – sul sito aziendale, nella pagina riservata ai dipendenti.

6.3. Il sistema disciplinare rispetto ai collaboratori lavoratori autonomi.

Nei contratti stipulati con i lavoratori autonomi con cui collabora, Noovle inserisce clausole contrattuali che impongono loro il rispetto del presente Codice etico e che ne sanzionano le eventuali violazioni.

Ad ogni lavoratore autonomo che, al momento dell’entrata in vigore del presente Codice etico, già collabora con Noovle è richiesta la stipula di un’appendice contrattuale al contratto stipulato in cui venga dato atto dell’adozione del Codice e si prevedano espressamente l’impegno del collaboratore alla relativa osservanza e le sanzioni comminabili in caso di violazione.

Si precisa in particolare che, nel caso in cui sia commesso un atto di corruzione o comunque nei casi di più grave violazione delle previsioni di cui all’art. 4.3, Noovle procede alla risoluzione del contratto stipulato.

6.4. Il sistema disciplinare rispetto ai soggetti apicali.

A far data dall’entrata in vigore del presente Codice etico, Noovle richiede a tutti gli organi apicali della società di formalizzare l’impegno al rispetto delle relative previsioni.

Nel caso in cui si riscontrino violazioni del presente Codice etico da parte degli organi apicali della Società (componenti del CDA, componenti del Collegio Sindacale, Componenti dell’Organismo di Vigilanza, Direttore generale, Responsabili di tutte le funzioni aziendali), delle medesime verrà immediatamente informato il C.d.A. ed il Collegio Sindacale.

L’adozione delle misure disciplinari è rimessa al Consiglio di Amministrazione, previo eventuale parere del Collegio Sindacale, e potrà variare dal richiamo scritto, alla sospensione temporanea dal ruolo e/o dalla carica sociale ricoperta, alla decadenza/revoca dal mandato e/o dalla carica sociale eventualmente ricoperta e/o al licenziamento per i dipendenti in posizione apicale (Direttore generale e Responsabili di tutte le funzioni aziendali).

6.5. Meccanismi sanzionatori applicabili ai terzi con cui la società intrattiene rapporti.

La società intrattiene rapporti commerciali con numerosi soggetti (partners, vendors, fornitori, ecc.) ai quali richiede di rispettare le previsioni del presente Codice, che viene portato a loro conoscenza mediante pubblicazione sul sito della società.

Nel caso in cui sia accertata una violazione delle previsioni del presente Codice da parte di uno dei soggetti richiamati, si provvederà a darne immediata comunicazione al CDA, che valuterà quali misure adottare.

Nei casi di violazione lieve sarà trasmessa all’interessato un’intimazione formale e per iscritto al puntuale rispetto del presente Codice. Nei casi di violazione grave Noovle potrà optare per l’invio di una diffida ad adempiere o, ricorrendone le condizioni, per la risoluzione del contratto stipulato.